Social media marketing per il punto vendita: le sinergie fra offline e online

Social media marketing per il punto vendita: le sinergie fra offline e online

Che siano social, app, o promo banner le possibilità di accogliere i tuoi clienti sul punto vendita e fargli respirare aria di casa tua sono molteplici.

Se partiamo da una buona strategia, il primo passo per avviare una campagna di social media marketing per il punto vendita è prendere coscienza che la prima fonte di contatti da fidelizzare è il personale del negozio.
Il coinvolgimento e la formazione del personale nel creare engagement con il cliente giocano un ruolo fondamentale.

Se ad esempio i vostri venditori non sono in grado di convogliare l’attenzione dei clienti sui canali social, la “notizia” banalmente non arriverà alla maggior parte dei clienti. Probabilmente non noteranno up and down o cartelli e avvisi alla cassa su improbabili inviti a mettere il mi piace su facebook!
Nel concreto non servirà dire “siamo su Facebook” senza specificare meglio come poter accedere alla pagina, bisognerà dire di preciso come collegarsi e dove!

Come creare interazione tra social media e punto vendita

Sulle interazioni per creare una call to action forte che converta il cliente in fan o follower, o viceversa che dall’online lo incuriosisca per approdare al punto vendita, ci si può sbizzarrire.
Il punto vendita deve divenire non il luogo dello scambio commerciale, ma il momento di un suggellamento di un patto di marketing, in cui il venditore si impegna ad offrire un servizio (informativo/commerciale) onesto e conveniente ed il cliente acquista perché conquistato dal mix di comunicazione e qualità del prodotto.

I venditori vanno formati a chiedere con un sorriso e con molta gentilezza a lasciare la propria mail e l’azienda deve fornirgli delle schede con le diciture da compilare per la privacy e l’accettazione di email marketing e newsletter.
News, promozioni e sconti da ricevere comodamente a casa sulla propria mail possono portare a risultati sorprendenti in termini di rientri sul punto vendita sia di visite che economici.

Ancora, le possibilità di interazione col web e i dispositivi mobile sono infinite: fidelity app, sconti dedicati ad esempio per chi interagisce recensendo i prodotti sulle pagine social, sono strategie veloci per dare visibilità al marchio e creare un passaparola sul brand.
In generale lasciare il segno è importante e le interazioni fra il web e qualcosa che viene regalato nel punto vendita (che sia un reminder o un gadget) magari utile e a sorpresa, ricorderà al cliente quel brand e quel punto vendita quando tornerà a casa.

Il punto vendita e il web sono legati così a doppio filo oggi che come nel caso dell’e-commerce il punto vendita potrebbe uscire dal punto vendita. Ma questo è l’inizio di una altra questione…

Leave a comment